Attore, performer, regista. Diplomato all'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica Silvio D'Amico di Roma, si forma inoltre all'Ecole des Maitres - scuola internazionale di perfezionamento teatrale - guidato da Denis Marleau e Jan Fabre. Laureato in Lettere - Scienze Umanistiche, alla Sapienza di Roma.


In teatro lavora con: Antonio Latella, Giorgio Barberio Corsetti, Giuliana Musso, Fabrizio Arcuri, Lisa Ferlazzo Natoli, Emma Dante, Veronica Cruciani, Davide Iodice, Carmelo Rifici, Serena Sinigaglia, Claudio Autelli, Pierpaolo Sepe, Luciano Colavero.


Collabora inoltre come insegnante di recitazione alla cattedra di Storia del Teatro dell’Università Sapienza di Roma; come formatore insegna in diverse scuole di teatro, in Italia e all’estero, tra cui la Scuola Europea per l’Arte dell’Attore, di San Miniato e l’accademia Ernst Busch di Berlino. 0


Partecipa a progetti di teatro sociale con l'associazione Ygramul di Roma, e a performance multimediali con la Bauhaus di Dessau. Come performer collabora con la compagnia di teatro-danza Immobile Paziente di Roma.


Con lo spettacolo Per Amleto, regia di Michelangelo Dalisi, vince il premio Dante Cappelletti, e nel 2010 fonda con lo stesso Dalisi e Marco Cacciola la compagnia InBalìa, con la quale realizza soprattutto regie tratte da testi inediti od originali di drammaturgia contemporanea, tra cui: Piccoli Pezzi Poco Complessi - tratto da Le particelle elementari di M. Houellebecq - riscritto da Magdalena Barile; Sonata per ragazza sola, omaggio a Irène Némirovskj, testo di Federica Bern tratto da Il Ballo di I. Nemirovskj; A zonzo drammaturgia collettiva di InBalìa tratta da Tre uomini a zonzo, di Jerome K. Jerome. E ancora Genesiquattrouno - di cui è interprete e regista insieme a Gaetano Bruno (anche autore) ed Edeyen di Letizia Russo, sono le ultime produzioni della compagnia. Il prossimo progetto, che debutterà nel novembre 2020, è Uno - breve storia del (mio) futuro, testo originale di Magdalena Barile, tratto da La possibilità di un’isola, di M. Houellebecq.

CV Completo





DISATTENZIONE

Ieri mi sono comportata male nel cosmo.
Ho passato tutto il giorno senza fare domande, senza stupirmi di niente.
Wislawa Szymborska